Berufsbild Laboratorista in fisica AFC
location_onImprese con formazioni professionali / Associazioni
info
Impresa / Scuolaplay_arrow Localitàplay_arrow
EMPA Dübendorf
EMPA Materials Science & Technology Abt. Personal St.Gallen
ETH Zürich Berufsbildung Zürich
FISBA AG St.Gallen
Hilti AG Schaan
Huba Control AG Würenlos
OC Oerlikon Balzers AG Balzers
Swissmechanic Sektion Zürich Ausbildungszentrum Effretikon
thyssenkrupp Presta AG Eschen
descriptionProfessione

Il/la laboratorista in fisica svolge esperimenti e analisi con l'aiuto di apparecchi elettronici, mecanici e ottici. A seconda degli esperimenti e dei test che intende effettuare, monta gli apparecchi necessari, apporta modifiche ad altri già esistenti e costruisce gli accessori indispensabili, seguendo schemi e modelli posti a sua disposizione. Effettuati i test, il/la laboratorista deve redigere rapporti (testo o grafico) sulle risultanze ottenute. La sua attività comprende pure la cura e la pulizia degli strumenti adoperati. Il/la laboratorista in fisica è attivo/a presso laboratori di fisica (università, laboratori di prova dei materiali), o presso laboratori attinenti al settore industriale, e la sua attività varia a seconda del campo scelto.
La formazione prevede 14 indirizzi di specializzazione conformi alle caratteristiche dell’azienda di tirocinio. Negli ultimi due anni della formazione di base, l’azienda di tirocinio determina almeno tre indirizzi che faranno parte della formazione specifica offerta dal datore di lavoro.

event_noteAttitudini e requisiti

Assolvimento della scolarità dell'obbligo.

Comprensione dei problemi tecnici, abilità manuale, interesse per la matematica, la fisica e l'elettrotecnica, capacità d'osservazione, capacità di ragionamento logico e astratto, capacità di concentrazione.

schoolFormazione

Tirocinio di 4 anni presso un laboratorio industriale, di prova dei materiali o universitario.

trending_upPerfezionamento / Avanzamento

Possibilità di specializzazione in diversi settori, come lo sviluppo e il perfezionamento di apparecchi e tecniche di lavorazione.
Formazione supplementare nel campo dell'informatica quale tecnico/a EED, programmatore/trice, ecc.
Frequenza di una scuola universitaria professionale (chimico/a SUP o ingegnere elettrotecnico/a SUP).

keyboard_arrow_up